Massiccio del Grappa (E)
8 aprile 2018 – ore 8,30
“I musei all’aperto di Campo Solagna”

Campo Solagna (m 1000) – Sent. 54 - Case Campeggia (m 1079) - Casera Andreon (m 1065) – Col del Gallo (m 1160) – Sent. giallo – Campo Solagna (ore 4/5 ca). (Necessaria torcia elettrica)

Coord.: Rossi P. - Precoma A. (Cartina Locale /051)

“ANELLI DI CAMPO SOLAGNA E PONTE S.LORENZO (parte)”

L’autobus ci lascerà a Campo Solagna. Da qui si imbocca il sentiero CAI n. 54, che parte poco prima dell’abitato di Campo Solagna e, seguendo segni gialli, dopo una breve salita, si arriva in prossimità della cima di Col Averto, da cui si gode una suggestiva vista sulla pianura sottostante e sul Monte Grappa. Qui si può visitare il SITO A1: un grande serbatoio d’acqua scavato in roccia e caverne con osservatorio; proseguendo sul crinale e poi in discesa un secondo serbatoio d’acqua, dotato di garitta per servizio di guardia. Punto successivo e di particolare interesse sono le gallerie di Col Campeggia SITO A (seguire i cartelli ed i segnali gialli e dopo gli azzurri) che si possono esplorare con l’ausilio di una torcia elettrica. Nell’ultima galleria (con gradini in salita) si trova un osservatorio con scaletta metallica in verticale. Il tracciato continua percorrendo a tratti una trincea e sfociando a sx. in una stradina boschiva; più avanti indicazioni e segnali gialli sulla sinistra portano al SITO B, caposaldo in roccia con trincea, postazioni e gallerie. Si rientra sulla carrareccia. Seguendo sempre i segnali azzurri e i cartelli si arriva alla strada sterrata della Busa di Campeggia (Val del Campo) e poi, attraversata la “Cadorna”, si sale alla trincea “didattica”. Il tratto sottostante la stradina è munito di bacheca esplicativa. Qui troveremo una postazione mitraglieri ed una fucilieri ricostruite fedelmente. Il tratto sopra la stradina presenta un camminamento che conduce ad una interessante voragine. Si prosegue poi sulla stradina sino ai primi recuperi del SITO C (200 m), con il comando del 38° Gruppo di Artiglieria Pesante Campale appena sopra. Visitata quest’area si ritorna sulla stradina proseguendo per circa 100 m; quindi si sale a sinistra, seguendo i segnali azzurri. Con la visita di altre gallerie, caverne, osservatori, postazioni, etc… si arriva sulla dorsale che porta, in discesa, a Casara Andreon. Qui il sito è vasto, con molte gallerie, ricoveri per le truppe, postazioni, schieramenti, comandi, etc…Sarà il posto ideale per fermarci per la sosta pranza. Per il rientro a Campo Solagna si percorre a ritroso tutta la stradina. (ore 3/4 ca.).
Per chi vorrà continuare a camminare ancora per un paio d’ore da Casera Andreon, anziché rientrare a Campo Solagna, si potrà proseguire per il SITO D, in Val Sotta. Dal SITO D si prosegue seguendo le indicazioni azzurre raggiungendo, poi, il SITO E. Visitato il sito E, ci dirigiamo a sinistra, seguendo una valletta in salita in direzione Col del Gallo con l'omonima Malga. Qui avremo la possibilità di visitare il Museo del Casaro ed un caratteristico “Fojarol. Da malga Col del Gallo si rientra a Campo Solagna lungo il sentiero Giallo. (ore 5 ca).
>

Note:
- A causa di contingenti lavori di taglio piante non sarà possibile accedere ai siti B e B1. (deviazione in loco)
- Siccome il percorso è caratterizzato da parecchie deviazioni e, lungo lo stesso, incontreremo diversi bivi, sarà oltremodo necessario mantenere compatto il Gruppo e seguire le direttive dei coordinatori!!