Biciclettata ai Colli Berici
20 maggio – ore 7,30
da Noventa Vicentina al Lago di Fimon (Km 37 ca)

 

Coord.: Campana L. – Severin L. – Zanoni L.

Descrizione sommaria del percorso

Il nostro percorso inizia nell’immediata periferia di Noventa Vicentina, dal parcheggio di un Centro Commerciale, presso il quale sarà possibile rifocillarsi e fare il pipì stop.
Inforcate le bici ci incolonniamo, con la consueta disciplina ??, lungo la Pista ciclabile che, presto, si immerge nella verde campagna vicentina lambendo gli abitati di Noventa Vicentina, di Agugliaro e quindi di Ponte di Barbano avvicinandosi, via via, ai verdi Colli Berici che ben si stagliano sulla nostra sinistra. La Pista Ciclabile è sempre ben delineata e con apprezzabile fondo stradale, con l’unico inconveniente che, sovente, incrocia alcune strade che dalla pianura salgono ai Colli. Generalmente non sono strade di gran traffico, ma, comunque, si dovrà prestare la dovuta attenzione e procedere con cautela al loro attraversamento e, se del caso, procedere bici a mano al fine di ottenere la precedenza sui veicoli. Ancora pochi chilometri, praticamente pianeggianti, e potremo concederci una meritata sosta presso un’area attrezzata in località Ponte di Castagnero. Dopo esserci rifocillati e riposate un po’ le membra, riprendiamo la via per raggiungere, prima, la località Longare e, quindi, la località Longara, dove lasceremo la ciclabile per percorrere l’unico tratto a viabilità ordinaria del percorso. Ci immetteremo, alla nostra sinistra, su una strada (asfaltata) che, facendoci un po’ impegnare sull’unica salita del tragitto (circa 50 m di dislivello) ci porterà a ridosso del Lago di Fimon. Circumnavigheremo quasi completamente il Lago (in senso orario), percorrendo una ciclopedonale su sterrato che ci farà apprezzare i numerosi godibili scorci che ci offrono le sue rigogliose sponde. Alla fine del giro arriveremo al Parcheggio di una Pizzeria (attualmente chiusa ma gentilmente concessaci dal proprietario Signor Roberto) che ci ospiterà e dove potremo gustare, come lo scorso anno, il nostro Ristoro autogestito. Naturalmente, come di consueto, avremo cura, prima di mangiare, di dare una mano sia per caricare correttamente le bici, sia per allestire, recando meno disagio possibile, il nostro Ristoro nei locali che ci verranno concessi.
Alla fine del Ristoro, per non salire con la pancia piena in autobus, potremo concederci un’oretta di rilassante passeggiata e completare, così, il giro del Lago di Fimon percorrendo a piedi le sponde che non abbiamo toccato con la bici.
Dopo di che (ore 16 circa) tutti in pullman per il rientro a casa. Vi e ci auguriamo un Buon Divertimento!!!