G.S.A. Montello - Storia
Correva il lontano 1979 quando alcuni amici Alpini dei Gruppi ANA di Crocetta, Biadene, Ciano, S.Maria delle Vittorie, che, ognuno per proprio conto, amavano “andar per monti” ritennero fosse più piacevole e più remunerativo camminare assieme, riunendo così le proprie esperienze, per poi trasmetterle anche ad altri che ancora non si erano avvicinati alla montagna.
Fu così che Silvio, Milo, Alfredo, Tarcisio, Toni, Renato, Narciso decisero che erano maturi i tempi per dare vita ad un Gruppo che, come da statuto ANA, si sarebbe dedicato a “promuovere l’amore per la montagna” tra i soci ANA, i loro famigliari ed amici, tramite l’attività escursionistica.
Corre d’obbligo, a questo punto, spendere due parole per spiegare il perché dell’attuale denominazione del “Gruppo Sportivo Alpini Montello”.
Come detto i promotori del gruppo erano tutti soci dell’Associazione Nazionale Alpini” la quale, per incentivare l’attività sportiva all’interno dell’associazione, con particolare attenzione alle specialità aventi attinenza con la Montagna ed, in particolare, per dare la possibilità di adesione anche ad “atleti”, maschi e femmine, non di leva alpina, aveva costituito il “Gruppo Sportivo Alpini”. Il Gruppo, che aveva all’inizio una struttura organizzativa a livello nazionale, similare a quella dell’A.N.A., della quale era, come detto, una diretta emanazione, si articolava, in periferia in “Nuclei” aggregati alle Sezioni od ai Gruppi ANA locali.
Il nostro Nucleo prese inizialmente la denominazione di “GSA Crocetta del Montello”, ma, in considerazione che ad esso partecipavano Soci ANA di vari Gruppi Montelliani, fu presto deciso che il Nucleo non poteva che denominarsi “GSA Montello”. Sin da allora trovò accoglienza ed ospitalità presso il Gruppo ANA di Biadene, nella cui “Casa degli Alpini” ha tuttora la sua Sede.
Fu così che, nel 1980, apparvero alle bacheche dei Gruppi ANA di Biadene, Crocetta, Ciano, S.Maria alcune locandine nelle quali si dava notizia, a quanti fossero interessati, che il “GSA Crocetta del Montello” iniziava ufficialmente la sua attività organizzando, per quell’anno, ben 10 escursioni nelle Prealpi e nelle nostre Dolomiti.
Da quel momento (25 anni fa) è proprio il caso di dirlo: il Gruppo Montello ne ha fatta di strada. Dapprima incerto, un po’ approssimativo, bisognoso di tutto – consigli, attrezzature, guide, pubblicazioni – ma, soprattutto, di qualcuno che, esperto, lo guidasse per itinerari diversi dai soliti. Poi, piano piano, sotto l’accorta guida dei vari Consigli che si sono succeduti, il Gruppo è cresciuto, si è svezzato ed ha cominciato a camminare con le sole proprie forze. Si è fatto conoscere, apprezzare, operando con lusinghieri risultati anche nel campo della solidarietà, aumentando continuamente il numero dei Soci, fino agli attuali 180 circa. Qualcuno si è perso per strada scegliendo altri interessi o “per anzianità”, qualcun altro, purtroppo, ci ha lasciato per percorrere sentieri nei quali prima o dopo speriamo di rincontrarci. Siamo oramai, ed in questo lungo tempo trascorso assieme molte sono state le dimostrazioni di quanto sia cementata la nostra amicizia, una bella famiglia, difficile, a volte, da governare, ma nella quale permane sempre viva la volontà di procedere uniti lungo la strada intrapresa oramai tanti anni fa.